Ristrutturazioni appartamenti a Torino: tutto quello che c’è da sapere

Ristrutturazioni appartamenti a Torino: tutto quello che c’è da sapere

Ognuno ha il proprio sogno nel cassetto, e per molti coincide con il ristrutturare casa a Torino. Per questo motivo potrebbe essere necessario rintracciare dei professionisti per le ristrutturazioni di appartamenti a Torino, nel caso si desideri approfittare di un alloggio all’interno di un edificio, oppure qualcuno che possa rimettere a nuovo una villetta indipendente.

Naturalmente, non sempre si tratta di un processo immediato, ma è necessario progettare con cura il proprio lavoro per ottenere la casa perfetta: tutto questo cercando di non perdere di vista permessi per costruire, costi della manodopera e scelte di stile!

Insomma, la ristrutturazione casa a Torino può spaventare, ma niente paura: in questo articolo troverai tutti i fattori da tenere a mente per un risultato ottimale.

🔸🔸🔸

Torino, la capitale sabauda dai mille volti

Che cosa può spingere a decidere per la ristrutturazione appartamento a Torino? Per prima cosa, questo meraviglioso “salotto piemontese” presenta una superficie ampia, dove non mancano gli immobili da rinnovare: ogni zona, da quelle più centrali alle più periferiche, dispongono di un’offerta adatta a soddisfare tutti i gusti.

La città stessa, d’altronde, nella sua storia ha sviluppato mille facce, una più affascinanti dell’altra: da castrum romano a fiera roccaforte medievale, fino al periodo di massimo splendore grazie ai palazzi dei Savoia e alle innovazioni dell’epoca contemporanea. Lo sapevi che è stata una delle prime città in Europa a utilizzare la corrente elettrica per i lampioni?.

Per non parlare delle opportunità che oggi offre agli studenti e ai lavoratori, che frequentano alcuni dei poli di studio e innovazione fra i più importanti del bel paese. Vediamo insieme cosa tenere a mente per le ristrutturazioni case a Torino.

🔸🔸🔸

Scegliere la zona per le ristrutturazioni appartamenti a Torino

Prima di procedere con i lavori veri e propri, può essere necessario valutare in quale quartiere comprare l’immobile; se si dispone già di un appartamento, invece, è meglio documentarsi su eventuali vincoli paesaggistici che potrebbero influenzare edifici o aree esterne. Prendiamo i tre quartieri più conosciuti:

  • Centro: si tratta della zona più frequentata della città dove si possono trovare i monumenti più importanti. Non è difficile immaginare che i costi degli immobili saranno più alti della media, e a seconda del tipo di appartamento potrebbero essere necessari alcuni permessi speciali. 
  • Crocetta: anch’esso quartiere centrale della città, viene chiamato “il salotto di Torino” per la presenza di negozi, bar e locali molto gettonati. È qui che la società torinese si incontra per trascorrere il pomeriggio o la sera, e trovare un immobile a buon prezzo potrebbe essere difficile, ma grazie a una ristrutturazione si potrebbe pensare di affitarne uno già di proprietà a lavoratori o studenti. 
  • Mirafiori: famoso per aver visto nascere e crescere lo stabilimento Fiat, viene individuato come quartiere “popolare” per la sua posizione periferica e per la presenza di diversi condomini e case pensate per ospitare gli operai dell’industria automobilistica. Qui i prezzi degli immobili sono generalmente più bassi, e si può comunque abitare in una zona che, dagli anni ’80 in poi, è stata soggetto di brillanti interventi di riqualificazione. 

🔸🔸🔸

I lavori da compiere durante una ristrutturazione a Torino

Quando si deve rimettere a nuovo un appartamento si deve ricorrere a degli interventi più o meno invasivi e costosi. Naturalmente non esiste un caso tipo, in quanto ogni immobile è diverso dagli altri: possiamo prendere come esempio il caso di una ristrutturazione completa per avere un’idea del costo finale. Iniziamo con l’esaminare lavori importanti come il rifacimento del pavimento e delle pareti, con dei prezzi che, a Torino, si aggirano sui 30 – 50 euro al mq per la rimozione del rivestimento calpestabile e l’applicazione di piastrelle, parquet o cotto, mentre per la messa a nuovo delle pareti (tinteggiatura completa) si possono pagare anche 30 – 60 euro al mq. Poi vanno calcolati i costi per la realizzazione di un nuovo impianto idraulico (1800-3000) e per quello elettrico (1500-2000 euro). A tutto questo si devono aggiungere anche gli infissi, come porte e finestre, circa 200-500 fra acquisto e installazione di un singolo elemento. Tirando le somme per un appartamento di metratura media (50 mq) la spesa tipo si aggirerà almeno sui 20.000 euro, aumentando a seconda dei materiali, della superficie e della manodopera.

🔸🔸🔸

Gli stili più adatti per una ristrutturazione appartamento a Torino

Anche l’occhio vuole la sua parte, e durante una ristrutturazione di un alloggio a Torino sarà necessario scegliere uno stile che si adatti all’anima eclettica di questa città. Ecco i più popolari:

  • Classico: aristocratica e tradizionale, Torino può essere la città perfetta per chi desidera degli interni classici di grande eleganza, soprattutto in quartieri di pregio come quello della Crocetta. 
  • Contemporaneo: il design rappresenta un grande vanto per la città ai piedi delle Alpi, che fin dai primi del 1900 ha ospitato festival ed esposizioni dedicati alla progettazione di mobili e soprammobili secondo l’estetica contemporanea. Per questo un appartamento non può che beneficiare di uno stile di questo tipo. 
  • Industriale: la vocazione manifatturiera di Torino può essere evocata anche negli interni di un’abitazione con mobili e decorazioni industrial, dove regna il mattone, il ferro e i colori rosso, nero e grigio. 

Naturalmente, la scelta dello stile di un appartamento dipende molto anche dai gusti personali: per esempio, chi desidera rimandare alla montagna, così importante nel territorio piemontese, potrebbe ricorrere anche a un arredamento più rustico, oppure optare per lo stile scandinavo, semplice ma d’effetto.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *