I migliori materiali per il top cucina 2022

16 Marzo, 2022

La cucina rappresenta l’anima e il cuore della casa, il focolare attorno al quale riunirci per sperimentare, condividere e stare insieme alle persone amate.

Ogni cucina rispecchia la personalità e le esigenze di chi la vive e per questo esistono infinite varietà di combinazioni, materiali e stili da abbinare per dar vita all’ambiente dei propri sogni: un luogo di benessere e convivialità.
Da dove iniziare quindi a scegliere i materiali più adatti per realizzare la cucina perfetta?
Partendo dai requisiti fondamentali da tenere in considerazione, in questo articolo esploreremo insieme le proposte migliori per il top cucina.

🔸🔸🔸

Materiali per la cucina: quali requisiti devono avere

Quando immaginiamo e progettiamo la nostra cucina, è importante visualizzarla non soltanto da un punto di vista estetico ma anche funzionale. Ecco perché è utile considerare alcuni fattori nella scelta dei materiali da impiegare che siano non soltanto capaci di abbinarsi perfettamente allo stile della casa, ma anche di restituire comodità e praticità d’uso.
Il top è una componente imprescindibile all’interno di una cucina. Vediamo quindi i principali aspetti da tenere in considerazione per realizzare il piano di lavoro perfetto:

  • La resistenza ad abrasioni, graffi, macchie, liquidi, al calore e all’ingiallimento nel tempo.
  • Il livello di personalizzazione offerto dai materiali: mentre alcuni permettono di spaziare da forme a colori diversi, altri offrono soluzioni limitate a poche scelte.
  • La riparabilità, in base all’uso che si prevede di fare del piano cucina.
  • La praticità e l’igiene, per la sicurezza della tua casa.

Ognuna di queste caratteristiche varia in base al materiale scelto e può influire notevolmente sul prezzo finale della cucina. Per fare un esempio, il marmo e l’acciaio sono molto più resistenti rispetto al laminato, ma sono molto soggetti a graffi e aloni, perciò richiedono molta cura e manutenzione.
Vediamo nel dettaglio quali materiali scegliere in base alle proprie abitudini d’utilizzo.

🔸🔸🔸

I migliori materiali per il top cucina

Esistono diverse tipologie di materiali adottate per la realizzazione di un top cucina. I grandi marchi come Poliform, Lago, Modulnova sono ormai in grado di personalizzare le cucine con ogni genere di materiale richiesto dai clienti.
Negli ultimi anni tuttavia la domanda si è concentrata particolarmente su quattro famiglie principali:

  • Laminati
  • Quarzi
  • Gres e pietre
  • Solid surface

Questo perché i materiali citati offrono un buon grado di personalizzazione e un’ottima qualità e vengono utilizzati per la produzione di cucina sia della grande distribuzione che di grandi marchi come le cucine firmate Cesar.

Oltre a questi esistono poi materiali meno comuni impiegati per rispondere a specifiche esigenze. Tra questi troviamo:

  • Acciaio
  • Pietre naturali

E ancora meno frequentemente vetro, legno massello, cemento ed ecomalta.

In tutti questi casi la richiesta è notevolmente inferiore poiché questi materiali risultano notevolmente più costosi e necessitano di cure specifiche proprio in virtù della loro composizione.

I migliori materiali per il top cucina 2022

Top in laminato

Il laminato è uno tra i materiali più impiegati per la realizzazione dei top cucina, perché capace di offrire tanti vantaggi ad un prezzo economico.
Il laminato si compone di un pannello di base grezzo che viene in seguito rivestito da numerosi strati di carta impregnata di resine termoindurenti e poi pressata a caldo. Il tutto viene protetto da uno strato esterno di carta decorativa sul quale è possibile applicare l’effetto desiderato.
Per questo motivo offre un ottimo grado di personalizzazione grazie ai diversi spessori che può assumere e agli effetti che permette di simulare, come quello del marmo, legno, pietra e cemento.

Se utilizzato e pulito correttamente, il laminato può durare per decenni senza subire notevoli cambiamenti.

Esistono diversi tipi di laminato:

Laminato base o laminatino

È la tipologia di laminato più utilizzata nella grande distribuzione. Risulta molto semplice da montare e versatile dal punto di vista estetico per la scelta di finiture e colori.
Questo materiale si rivela molto resistente all’acqua perché idrorepellente ma resiste bene anche ad urti, graffi e abrasioni. Unico neo è la scarsa resistenza alle alte temperature.
Inoltre, a causa della sua composizione a strati, non permette di integrare i lavelli o sotto top.
Il rapporto qualità prezzo è ottimo e si aggira intorno ai 100-300€ al metro lineare.

HPL

Il termine HPL (high pressure laminate) indica un unico corpo formato da diversi strati di fibre che vengono sottoposte ad alte pressioni per essere rese, appunto, più compatte.
Grazie a questa composizione, il materiale risulta ancora più resistente a graffi, acqua, olii, vapore e alle alte temperature, a differenza del laminatino.
Inoltre permette di integrare un lavello dello stesso materiale del piano senza problemi.
L’HPL è semplice da pulire, antibatterico e atossico ma bisogna prestare molta attenzione a non utilizzare detergenti contenenti acidi che potrebbero rovinarlo.
È leggermente più caro del laminato base ma rimane comunque un materiale di fascia economica, rispettando un buon rapporto qualità-prezzo: può andare infatti dai 250 ai 400 euro al metro lineare.

Fenix

Il terzo ed ultimo componente della famiglia è il Fenix, un laminato di alta tecnologia introdotto recentemente sul mercato. Rappresenta il top di gamma del gruppo grazie ai vantaggi che offre: è un prodotto anti impronta, antimuffa e anti riflettente, con la peculiarità di risultare morbido al tatto. Qualità molto importanti per il piano di lavoro in cucina.

Grazie a queste caratteristiche si rivela inoltre facile da pulire perché resistente allo strofinamento e antibatterico.
Graffi e tagli superficiali possono essere richiusi facilmente con un panno caldo grazie alla sua composizione, un vantaggio che lo rende sicuramente superiore rispetto al laminato base e all’HPL.
Per lo stesso motivo resiste bene al calore secco come quello del fondo di una pentola calda.

A differenza dei precedenti però presenta una minore scelta per quanto riguarda le finiture, che sono disponibili esclusivamente in opaco e senza particolari effetti.
Scegliendo il fenix come materiale è possibile abbinare il top della cucina alle ante per uno splendido effetto di continuità e design.
Per questo motivo è molto gettonato e sempre più di largo utilizzo sui top cucina di alta gamma: è il caso delle collezioni firmate Cesar, come vi abbiamo spiegato in questo articolo.

I migliori materiali per il top cucina 2022

Cucina Modulnova MH6 con top in laminato

Superfici in quarzo

In cucina, così come in natura, il quarzo rappresenta uno dei materiali più duri e difficili da scalfire: ecco perché si presenta come l’alleato perfetto per chi ricerca un’elevata resistenza ad urti, graffi, abrasioni e macchie nella propria cucina.
Anche in questo caso, l’ottima personalizzazione che offre il materiale permette di spaziare tra diversi colori e dimensioni per realizzare il top cucina desiderato.

Attenzione però alle alte temperature: sebbene sia resistente alle abrasioni, il quarzo sopporta il calore per periodi di tempo estremamente ridotti. Meglio quindi evitare il più possibile eventuali shock termici.

Non essendo poroso, questo materiale non necessita di strati protettivi. Per questo motivo la pulizia risulta estremamente semplice e può essere effettuata con un semplice panno umido, senza l’utilizzo di agenti chimici.
Eco sostenibile e 100% Made in Italy, il quarzo permette di integrare lavelli e realizzare paraschizzi per donare uniformità al piano cucina.
Ovviamente il prezzo si rivela più alto rispetto ai materiali citati in precedenza e si aggira intorno ai 400-900 euro al metro quadro, a seconda della purezza del quarzo.

🔸🔸🔸

Top cucina in Grès

Se hai curiosato tra i cataloghi dei modelli di cucina delle grandi marche, avrai sicuramente notato che uno tra i materiali più famosi e utilizzati per la realizzazione dei top è il Gres.

Appartenente alla famiglia delle ceramiche, viene utilizzato anche per la realizzazione di pavimenti e bagni, offrendo numerosi benefici e pochissimi svantaggi.
Partendo dal grado di resistenza, il gres si rivela eccellente: indifferente alle fonti di calore, permette di appoggiare pentole calde senza creare shock termici. Non teme abrasioni, graffi e scalfiture e assicura una lunga durata nel tempo.
A livello estetico presenta tantissime opzioni ed effetti: dal cemento al marmo, le tonalità e gli spessori si adattano perfettamente alle cucine più moderne così come a quelle dallo stile classico.

La bellezza e la praticità di questo materiale danno vita a cucine capaci di sposare alla perfezione lo stile di ogni casa.
Tuttavia il gres non risulta facilmente accessibile a tutti: il prezzo infatti si colloca nella fascia medio-alta, e per questo motivo viene solitamente impiegato nella realizzazione di cucine di alta gamma.

🔸🔸🔸

Solid surface (Corian)

Un altro materiale di recente introduzione nel mercato dei top cucina è il solid surface.
Dotato di estrema duttilità, questo materiale è termoformabile e capace di assumere quindi qualsiasi forma, anche curva, per realizzare top cucina dal design singolare.

Grazie a questa peculiarità il solid surface permette di riparare anche i graffi e le incisioni più profonde, a differenza dei materiali descritti in precedenza.

Inoltre, tra i numerosi vantaggi che presenta, la personalizzazione è sicuramente uno dei principali: una vasta gamma di colori e forme si combinano per dar vita a prodotti dallo stile unico e originale e donare alla cucina un design irripetibile.

Resistente ed impermeabile, risulta facile da pulire, antimuffa e altamente igienico.
In questo caso il costo si rivela mediamente elevato, andando dai 250 ai 400 euro al metro quadro.

I migliori materiali per il top cucina 2022

Cucina Poliform Alea con top in DuPont Corian®

Materiali per la cucina: i più delicati

Infine, esistono alcuni materiali per la realizzazione di piani di lavoro in cucina che, come anticipato, presentano una composizione molto più delicata e per questo più costosa rispetto agli altri materiali presenti sul mercato.

Acciaio

Primo tra tutti, è l’acciaio inox.
Pratico e molto igienico, viene impiegato in tutte le cucine professionali perché perfetto per cucinare e semplice da pulire. Inoltre è un materiale che non invecchia e permette di integrare sul top lavelli e piani cotture senza punti di giunzione visibili. Insomma, il materiale perfetto per chi cerca un piano di lavoro duraturo, pratico e soprattutto di design.

Tuttavia, oltre al costo elevato, l’acciaio inox presenta una scarsa resistenza ai graffi, alle impronte e agli aloni. Inoltre non si adatta facilmente a tutti gli stili di cucina e per questo si rivela più indicato per poche cucine selezionate.

Pietre naturali

Le pietre naturali come il marmo e il granito sono altrettanto delicate e utilizzate per realizzare top di alta gamma.
Materiali dall’eleganza indiscussa e molto pregiati, queste pietre risultano perfette per le cucine di “rappresentanza”, poiché richiedono un’attenta manutenzione. Sostanze come oli, liquidi colorati e acidi potrebbero rovinare in maniera permanente i top cucina in marmo e per questo motivo sono diventati sempre più esclusivi.

🔸🔸🔸

Materiali ante cucina

Come nel caso dei top cucina, il mercato offre diversi materiali per la realizzazione delle ante.
I più comuni sono i melaminici e laminati, il laccato, il fenix, l’impiallacciato e il vetro temprato. Come possiamo vedere, alcuni materiali possono essere utilizzati per produrre sia i piani di lavoro che le ante e permettono di abbinare le componenti della cucina per un look più uniforme.

Per quanto riguarda gli altri materiali invece, la scelta è disponibile soltanto per le ante e raramente per i piani di lavoro perché materiali come il vetro risultano troppo delicati e non adatti allo scopo dei top.
Vediamo le caratteristiche principali.

I migliori materiali per il top cucina 2022

Cucina Cesar Maxima 2.2, ante rientranti con presa in laccato seta

Laccato

A prima vista, il laccato è molto simile al laminato. È composto da un pannello di mdf verniciato e che presenta finiture lucide o opache capaci di nascondere i bordi. A differenza del laminato però, il laccato è molto più delicato e può essere soggetto ad ingiallimento nel tempo, per questo viene utilizzato principalmente per la realizzazione delle ante.

Impiallacciato

Se hai sempre sognato una cucina in legno vero ma il prezzo del legno massello ti ha spaventato, l’impiallacciato potrebbe essere la soluzione giusta per te.
Si tratta di un pannello composto da uno strato superficiale in legno pregiato e da una parte sottostante in legno meno pregiato. In questo modo l’anta sarà comunque realizzata completamente in legno ma ad un prezzo ridotto rispetto al classico legno massello, il cui costo è notoriamente caro.

Vetro temprato

Moderno ed elegante, il vetro temprato è il materiale perfetto per le ante delle cucine di ultima generazione. Grazie alle diverse finiture, puoi scegliere tra un effetto lucido o opaco: in entrambi i casi, lo stile è assicurato.
Le ante in vetro sono indeformabili e resistenti sia al calore che all’umidità e garantiscono igiene e qualità. Attenzione però alla pulizia: questo materiale richiede cure frequenti per cancellare impronte e aloni sulla superficie!

🔸🔸🔸

Come abbiamo visto, la vasta gamma di materiali disponibili per top cucina e ante permette combinazioni sempre diverse tra loro per adattarsi davvero a qualsiasi stile. A te la scelta di abbinare quelli giusti o creare contrasti divertenti con stile.

Per la ricerca dei migliori materiali per la tua cucina a Torino, scegli Format Home, rivenditore autorizzato di marchi come Cesar, Poliform, Lago, Modulnova e tanti altri. Potrai scegliere tra i vari cataloghi le idee che ti piacciono di più e mixare componenti e materiali. Progetta insieme ai nostri designer la cucina dei tuoi sogni, per un ambiente tutto da vivere.

 

Articoli Correlati

 

Scopri tutti gli Articoli
View all

Specialisti dell’Home-Lifting®

Creiamo un progetto intorno ai tuoi desideri, alle tue esigenze e al tuo budget e lo realizziamo con cura, dal primo incontro all’ultimo dettaglio, con il nostro servizio “chiavi in mano”.

Scopri Home Lifting

Format Home può progettare la tua nuova casa o la tua azienda, ristrutturare i tuoi spazi con un servizio:
All Inclusive chiavi in mano. 

 

Go to Top