Ristrutturazione case a Torino: come trovare la giusta azienda a cui affidarsi

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sulla ristrutturazione case a Torino: a quale impresa affidarsi e che cosa bisogna tenere in considerazione.

 

Quando si deve ristrutturare casa è sempre fondamentale partire con il piede giusto. Se sei in cerca di una impresa di ristrutturazione case a Torino, è probabile che tu abbia deciso di rimettere mano alla tua abitazione e ristrutturarla, così da migliorarne l’estetica, ampliarne gli spazi o semplicemente andare ad intervenire su quelle parti che hanno bisogno di un ritocchino.

 

In questo campo una buona organizzazione dei lavori può fare davvero la differenza: affidarsi all’azienda giusta ti permetterà non solo di garantirti un lavoro di qualità e che ti lascerà pienamente soddisfatto, ma anche di ottimizzare tempi e costi. Ma soprattutto, potrai affidare tutto quanto, dai lavori alle strategie, passando per tutti i documenti, a un team di professionisti che ti seguirà durante tutto il percorso di ristrutturazione.

 

Ecco dunque una lista di accorgimenti, consigli e informazioni che possono esserti utile nel momento in cui devi rivolgerti a una impresa: seguendo questi suggerimenti ristrutturare casa sarà un gioco da ragazzi.

🔸🔸🔸

Come ristrutturare casa a Torino

 

Come abbiamo anticipato, ristrutturare casa è una scelta molto importante, e per questo è fondamentale viverla senza stress, senza sprechi di tempo e di soldi e con la massima serenità, sicuro che alla fine il risultato sarà soddisfacente per te e per la tua famiglia. Ecco dunque alcuni fattori che andrebbero considerati prima di dare inizio ai lavori:

 

 

  • Il preventivo: il preventivo è la parte cruciale di ogni lavoro di ristrutturazione. Sicuramente se hai deciso di eseguire un particolare lavoro in casa tua, che può andare dal rifacimento del bagno alla tinteggiatura, passando per lavori all’impianto idrico, elettrico e tanti altri ancora, ti sarai fatto un’idea generale del costo del lavoro. Il consiglio, a questo punto, è di richiedere diversi preventivi alle aziende della tua città, confrontarli e scegliere l’impresa che non solo ti offrirà ottime garanzie sul prezzo, ma che saprà anche comunicarti fiducia, professionalità e la massima disponibilità.

 

  • Il sopralluogo: il sopralluogo viene eseguito di pari passo con il preventivo. È questo il momento in cui il professionista incaricato verrà a casa tua e analizzerà la situazione, così da poterti dare il suo parere e cominciare a stabilire tutti i dettagli del lavoro che andrà svolto.
  • La pianificazione: una volta che avrai scelto a quale professionista affidarti, ora insieme dovrete procedere alla pianificazione. Che tipo di lavoro bisognerà eseguire? Si tratta di una ristrutturazione strutturale o un semplice rinnovo estetico di alcuni ambienti di casa tua? Questa fase è cruciale per comprendere i tempi e l’entità dei lavori: un progettista (solitamente geometra o architetto) ti presenterà delle soluzioni in pianta, così da analizzare al meglio il progetto in tutte le sue sfaccettature. Una volta approvato, questo dovrà essere presentato all’Ufficio Tecnico del comune di Torino attraverso una pratica edilizia, della quale si farà carico il professionista da te scelto.
  • I materiali: sempre insieme al professionista, bisognerà valutare la scelta dei materiali, un aspetto molto importante sotto tutti i punti di vista, dal costo al design, sino alla durabilità dei materiali scelti.
  • Il piano di Sicurezza e Coordinamento: nel caso stia per iniziare i lavori di ristrutturazione, dovrai individuare un Responsabile della Sicurezza che rediga un Piano di Sicurezza e Coordinamento. Tieni presente che quest’ultimo è obbligatorio in caso la ristrutturazione sia seguita da più ditte (ad esempio una azienda edile, un elettricista e altre figure professionali che collaborano durante i lavori).
  • Detrazioni fiscali: non dimenticare di controllare eventuali detrazioni fiscali, agevolazioni o altro che possano aiutarti a ridurre i costi dei lavori di ristrutturazione.

 

 

🔸🔸🔸

Perché è importante scegliere la giusta azienda di ristrutturazione

 

Esistono lavori per cui è possibile optare per il fai da te, mentre invece per altri l’apporto di un professionista è fondamentale. Tuttavia spesso si tende, dettati dalla fretta o dall’abitudine, ad affidarsi alla prima azienda che si è contattata, senza operare un confronto o informarsi meglio su altre realtà.

 

A dire il vero la scelta della giusta impresa di ristrutturazione è fondamentale: un team di professionisti potrà seguire con te i lavori dalla A alla Z, garantirti alti standard e risultati di qualità, ma anche consigliarti su quali scelte fare in merito a dubbi o perplessità. Inoltre, affidarsi a una realtà solida e ben strutturata significherà essere affiancati su tutte le decisioni importanti, come la scelta dei materiali, il rispetto dei tempi, il budget, il progetto e così via. 

🔸🔸🔸

Insomma, se vuoi ristrutturare casa avere al proprio servizio una squadra di professionisti che penserà a tutto ti permetterà di poterti rilassare, aspettando di poterti godere la tua nuova casa ristrutturata senza alcun pensiero. 

Incentivi per ristrutturare casa 2020

Scopriamo quali sono gli incentivi per la ristrutturazione casa nel 2020.

 

In base alla Legge di Bilancio 2020, che è stata pubblicata il 30 dicembre 2019 sulla Gazzetta Ufficiale, sono previsti diversi bonus, numerose proroghe e alcune novità riguardo gli incentivi 2020 per ristrutturare casa, che permettono di ottenere interessanti agevolazioni e detrazioni su alcuni di tipi di lavori di ristrutturazione.

 

Quando si decide di ristrutturare casa, sicuramente una delle cose che si tende a valutare con più attenzione è proprio il costo. Se da un lato è importante contenere le uscite, al tempo stesso bisogna sempre assicurarsi di mettersi nelle mani giuste, e dunque di scegliere un’azienda di professionisti che sia in grado di rispettare le condizioni iniziali, ma che soprattutto sappia intercettare i nostri bisogni e consegnare un risultato finale che ci soddisfi in pieno.

 

Oltre a confrontare diversi preventivi, però, bisogna sicuramente tenere in considerazione tutti i bonus 2020 per la ristrutturazione: alcuni di questi presentano delle notevoli agevolazioni economiche, e possono davvero rappresentare un’occasione e uno stimolo ulteriore per dare inizio ai lavori.

 

Scopriamo, in questa pratica e semplice guida, quali sono gli incentivi 2020 e che tipo di lavori riguardano.

🔸🔸🔸

Incentivi per strutturare casa nel 2020: quali sono

 

Stando alle novità del decreto Crescita, sarà possibile beneficare dello sconto in fattura bonus ristrutturazioni Ecobonus, che vanno a sostituire la detrazione in 10 anni. Il contribuente, in questo modo, riceve subito uno sconto pari al 50% o del 65%, o addirittura più alto nel caso di Sismabonus, sull’intera fattura dei lavori di ristrutturazione.

 

Inoltre, grazie alla Legge di Bilancio 2020, si potrà beneficiare della Proroga bonus casa fino al 31 dicembre 2020: questo provvedimento ha confermato tutte le detrazioni fiscali 2020 per ristrutturazioni, efficientamento energico, acquisto di arredi e di elettrodomestici e sistemazione del verde, il tutto senza andare a modificare le percentuali IRPEF da scontare valide in precedenza.

 

Da tenere a mente anche che nel 2020 sarà attiva la proroga bonus verde, che consente di detrarre tutte le spese a coloro che effettuano interventi di sistemazione e di recupero di verde urbano, balconi e terrazze.

 

Vediamo nel dettaglio quali sono le detrazioni fiscali 2020:

🔸🔸🔸

Bonus ristrutturazioni 2020

 

Il Bonus ristrutturazione prevede una detrazione IRPEF del 50% per dei lavori di ristrutturazione fino a un massimo di 96.000 euro, che vanno suddivisi in 10 quote annuali uguali. Riguarda diversi tipi di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria, eliminazione di barriere architettoniche, spese sull’immobile per prevenire atti illeciti, bonifica dell’amianto, opere per evitare infortuni domestici, ripristino e manutenzione dell’immobile, risparmi energetici, misure di sicurezza, cablatura degli edifici, misure per favorire la mobilità dei disabili, realizzazione posti auto pertinenziali.

 

Ma a chi spetta questo bonus? Vediamo tutte le categorie:

 

  • Proprietario dell’immobile
  • Titolare di uso, usufrutto, abitazione o superficie
  • Inquilino
  • Soci di cooperative
  • Soci di società semplici
  • Imprenditori di immobili che non rientrano nelle categorie “strumentali” o “merce”
  • Familiare convivente (coniuge, componente unione civile, parente di terzo grado massimo o affine di secondo grado massimo)
  • Coniuge separato ma assegnatario dell’immobile che è intestato all’altro coniuge
  • Convivente more uxorio.

🔸🔸🔸

Bonus mobili ed elettrodomestici 2020

 

Per tutti coloro che hanno svolto dei lavori di ristrutturazione prima dell’acquisto di elettrodomestici o mobili è prevista una detrazione del 50% fino a un massimo 10.000 euro. Questa agevolazione interessa:

 

  • Mobili nuovi: divani, credenze, tavoli, sedie, scrivanie ecc.
  • Grandi elettrodomestici: elettrodomestici nuovi, di classe energetica non inferiore a A+.

🔸🔸🔸

Ecobonus 2020

 

questo bonus interessa coloro che svolgono interventi di risparmio energetico per un massimo di 100.000 euro annuali, sempre suddivisi in 10 quote di uguale valore. SI ottiene una detrazione fiscale del 50% o del 65%. Le detrazioni sono le seguenti:

 

  • Bonus per infissi: valido sia con l’Ecobonus che con il bonus ristrutturazioni, e che prevede una detrazione del 50% delle spese dei lavori.
  • Bonus caldaia: dallo 0% al 65% in base alla caldaia.
  • Bonus zanzariere: 50% se munite di schermature solari.
  • Bonus tende da sole e da interni: 50% di detrazione.

🔸🔸🔸

Bonus verde 2020

 

Con il Bonus verde si ha diritto a una detrazione del 36% per tutti gli interventi di riqualificazione urbana per giardini, terrazzi, balconi o altri ambienti esterni. L’importo massimo della spesa è pari 5.000 euro per ogni unità immobiliare a scopo abitativo.

🔸🔸🔸

Sismabonus 2020

 

Per tutti gli interventi di riduzione di rischio vi è una detrazione in base alle classi di rischio: tale agevolazione è pari al 70% se si riduce una classe di rischio di 1 e al 75% se sono due per quanto riguarda abitazioni o attività, mentre per i condomini abbiamo il 75% nel primo caso e l’85% nel secondo.

🔸🔸🔸

Bonus facciate 2020 

 

Questa agevolazione consiste nella detrazione del 90% delle spese volte al recupero delle facciate esterne di edifici ubicati nel centro storico, dunque in Zona A, oppure in zona B, escludendo le case isolate in campagna. Si tratta di un bonus che investe lavori di manutenzione ordinaria, come interventi su balconi, marmi, ornamenti, tinteggiatura esterna, pulitura della facciata o lavori sulle strutture opache della facciata.

Come ristrutturare casa con pochi soldi: le migliori soluzioni

Idee per ristrutturare casa con pochi soldi: scopriamo tutti gli interventi per una ristrutturazione low budget.

 

Ristrutturare casa con pochi soldi è possibile, ma non sempre è facile. Già, perché ogni situazione è diversa e dipende dalle esigenze e dalle aspettative di ciascuno di noi. Senza dubbio ristrutturare una casa significa migliorare il comfort abitativo e la qualità della vita, ma questo non vuol dire che bisogna necessariamente spendere molto e investire grandi somme di denaro per ottenere dei risultati soddisfacenti. Al tempo stesso, però, è bene precisare che la ristrutturazione di una casa a basso costo non coincide a tutti i costi con un risultato di bassa qualità: bastano alcuni accorgimenti e consigli per ottenere un risultato finale soddisfacente e di qualità!

 

In questa guida vedremo quali sono le cose da fare step by step, così da prepararsi al meglio alla ristrutturazione senza problemi, rischi o altri intoppi, ma soprattutto evitando di spendere molti soldi e non rinunciare alla qualità!

🔸🔸🔸

Ristrutturare casa fai da te: consigli e suggerimenti

 

La pianificazione dei lavori è certamente una fase cruciale, e avere le idee ben chiare in testa ci permetterà di affrontare la ristrutturazione con più tranquillità. Ecco quali sono i fattori principali da non sottovalutare:

 

 

  • Il preventivo: il centro del discorso oggi non può che essere il preventivo. Certo, l’opzione del fai da te è allettante (e ne parleremo più avanti) ma prima di gettarti a capofitto una buona idea può essere quella di confrontare diversi preventivi di aziende esperte nel settore. In questo modo non solo potrai valutare diverse offerte, ma potrai anche scambiare opinioni e ottenere buoni consigli da professionisti ed esperti. In certi casi potrai anche ottenere un sopralluogo accurato, e alla fine non dovrai far altro che confrontare i diversi preventivi e scegliere di affidarti alla migliore impresa.

 

    • Il fai da te: questa opzione non vale per tutti i tipi di restaurazione. Esistono infatti alcuni lavori che possono essere fatti soltanto da un team di professionisti, come ad esempio la sostituzione di un pavimento, dell’impianto idrico o elettrico o altri lavori invasivi o strutturali. Ma se invece vuoi optare per una ristrutturazione che punti più a un rinnovamento estetico, il fai da te rappresenta senza dubbio un’ottima soluzione. Sono tanti i lavori che potete fare, dal ridipingere pareti a rinnovare porte e finestre, oppure utilizzare il cartongesso per dare vita a mensole, pareti o altre strutture.
    • I materiali: se hai optato per il fai da te, allora una scelta che andrà ad incidere in maniera preponderante sul costo dei lavori è la scelta dei materiali. Per ristrutturare casa low cost dovrai fare molta attenzione a quali scegli, e anche in questo caso un supporto da una azienda edile potrebbe essere la chiave per un giusto equilibrio tra risparmio e garanzia di qualità. Ad esempio, alcune imprese potrebbero aiutarti a recuperare materiali in stock o in offerta direttamente dai loro fornitori. Insomma, di certo questo è uno dei punti cruciali e che farà la differenza sul costo finale di tutta l’operazione.

 

  • Il tempo: un altro fattore cruciale da pianificare sono i tempi. Prima di tutto, assicurati che sia la stagione giusta e che il periodo sia indicato per il lavoro che volete fare. Successivamente dovrai stabilire una data di inizio lavori. In questo modo, organizzandoti al meglio, eviterai che i lavori possano subire rallentamenti e di conseguenza altri costi non previsti.
  • Ristrutturare casa un po’ alla volta: un errore che viene spesso commesso è quello di suddividere i lavori e spalmarli in mesi o anni. Questo sicuramente evita di dover spendere tutti i soldi in una volta sola, ma al tempo stesso si rischia di non poter sfruttare agevolazioni fiscali e di non portare a termine i lavori nei tempi prestabiliti.

 

🔸🔸🔸

Idee ristrutturazioni casa low cost

 

Alcuni lavori, come abbiamo anticipato, possono costare molto, mentre per altri invece si può destinare un budget più ridotto. Insomma, se si vuole ristrutturare casa a basso costo, che cosa si può fare?

 

Per dare un tocco di freschezza alla casa si può optare per un lavoro di tinteggiatura. Anche i pavimenti possono essere puliti, lucidati o sostituiti, sebbene i costi varino a seconda del materiale usato. Anche restaurare le porte è un lavoro che si può fare ricorrendo al fai da te. In tutti questi casi la cosa fondamentale è sicuramente munirsi degli attrezzi e dei prodotti giusti, nonché avere una predisposizione e delle competenze per evitare problemi o risultati di scarsa qualità.

 

Infine come abbiamo già anticipato una ottima soluzione è rappresentata dal cartongesso, che si presta perfettamente al fai da te e con cui si possono realizzare moltissime cose in ambito ristrutturazione.

🔸🔸🔸

Qualsiasi sia la tua scelta, in generale il consiglio è di rivolgersi comunque alla migliore azienda della tua zona e valutare insieme quale possa essere la soluzione migliore per la tua abitazione, nei limiti del budget che ti sei imposto.

Ristrutturazione chiavi in mano: i vantaggi di un servizio di ristrutturazione completa

Che cos’è la ristrutturazione chiavi in mano, come funziona e quali sono i vantaggi di questo servizio.

Se hai bisogno di ristrutturare casa ma al tempo stesso non vuoi avere preoccupazioni o problemi di nessuna natura, la ristrutturazione chiavi in mano può essere la soluzione che fa al caso tuo. Infatti grazie a questo servizio potrai affidare ogni singolo aspetto dei lavori e del progetto iniziale a un professionista, che penserà davvero a tutto. In questo modo non ci sarà nulla di cui preoccuparti e potrai rilassarti in attesa di poter godere del risultato finale dei lavori.

Ristrutturare casa, un ambiente lavorativo o il tuo ufficio è senza dubbio una operazione molto delicata e al tempo stesso importante: significa aumentare la qualità della vita ed essere circondati da un ambiente sicuro, piacevole e confortevole. E maggiore saranno l’efficacia del piano e la professionalità degli esperti a cui hai scelto di affidarti, maggiore sarà la qualità del risultato.

Vediamo tutto quello che c’è da sapere sull’argomento.

🔸🔸🔸

Che cosa significa ristrutturazione chiavi in mano

Nel campo dell’edilizia con il termine ristrutturazione chiavi in mano si intende quando l’appaltatore si impegna a seguire i lavori dall’inizio alla fine, fornendo tutte le prestazioni necessarie affinché questi vengano conclusi e l’opera sia completa e pronta all’uso.

In altre parole, con una ristrutturazione edilizia chiavi in mano affiderai completamente i lavori di ristrutturazione ad un unico professionista che si assumerà, di conseguenza, la piena responsabilità su tutti i lavori e sull’intero progetto. Questi si occuperà dunque del sopralluogo, del preventivo, di stilare un progetto preliminare, delle pratiche amministrative, di coordinare i lavori e ovviamente del risultato finale, che dovrà essere in linea con le aspettative e i desideri del cliente.

Si tratta dunque di un lavoro molto complesso e suddiviso in diverse fasi che sono sia organizzative che operative, e che partono dall’idea sino alla realizzazione finale. In questo percorso il committente viene interpellato soltanto in caso vi siano delle decisioni importanti che vanno concordate o delle problematiche sorte in corso d’opera.

🔸🔸🔸

Ristrutturazione chiavi in mano: vantaggi

Perché conviene affidarsi a dei lavori di ristrutturazione chiavi in mano? Innanzitutto la ristrutturazione edilizia è un vero e proprio campo minato: i problemi, gli imprevisti e i rallentamenti sono sempre dietro l’angolo, bisogna assicurarsi che tutti i lavori siano svolti a norma e che il budget prestabilito non subisca variazioni. Con la soluzione chiavi in mano sicuramente si vanno a limitare gli imprevisti, dal momento che tutta l’organizzazione sarà gestita da un unico professionista.

Avere un solo responsabile di tutte le fasi del lavoro ti permetterà di affidare a lui tutto il controllo e il monitoraggio dei lavori, al fine che questi si svolgano secondo le decisioni prese insieme. Sarà lui a controllare tutti i dettagli, le finiture, la qualità del prodotto finito, ma anche la scelta dei materiali e che i tempi siano rispettati.

Inoltre, sarà sempre lui a occuparsi di tutte le pratiche burocratiche e delle normative per svolgere i lavori in maniera regolare. E anche una volta finita la ristrutturazione, penserà alle detrazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione nella tua dichiarazione dei redditi.

Un altro mito da sfatare è che un’unica gestione costi di più. Spesso, anzi, il discorso è proprio l’opposto e affidarsi a tante realtà diverse potrebbe non solo far aumentare il prezzo finale, ma creare più problematiche dal punto di vista gestionale e organizzativo. Affidandoti a questo servizio conoscerai fin da subito il prezzo finale e non avrai nessuna brutta sorpresa una volta consegnato l’immobile o terminati i lavori.

Affidarsi a una azienda di professionisti evita anche tantissime problematiche che potrebbero sorgere con il fai da te, come ad esempio:

  • L’organizzazione del cantiere
  • La gestione delle diverse maestranze e il monitoraggio dei lavori
  • Gestione degli imprevisti
  • Costi maggiori a fine lavorazione
  • Difficoltà nel trovare e nell’organizzare al meglio i tempi per gestire la ristrutturazione in tutte le sue fasi.

🔸🔸🔸

Ristrutturazione chiavi in mano: conviene?

Oltre ai vantaggi, spesso possono sorgere dei dubbi o delle perplessità in merito a un servizio di ristrutturazione completa affidata a un solo interlocutore. Ma vi sono dei casi in cui la ristrutturazione chiavi in mano può presentare degli svantaggi?

Un esempio è quando ci si imbatte in annunci o promozioni che presentano un’offerta a prezzo fisso. Questo non è quasi mai garanzia di qualità o serietà, poiché è impossibile calcolare in anticipo e senza un sopralluogo quanto costa ristrutturare casa. Diffida sempre da prezzi garantiti o standardizzati, perché nel caso non fossi soddisfatto in corso d’opera potrebbe verificarsi l’ipotesi di dover spendere di più per allineare il tiro.

Insomma, l’unica tua preoccupazione è quella di affidarti all’azienda migliore della tua città. Confronta diversi preventivi e discuti del progetto con diverse imprese: in questo modo avrai una visione globale e potrai scegliere di lavorare con i professionisti che fanno al caso tuo!

🔸🔸🔸

Idee per ristrutturare casa spendendo poco

Ristrutturare casa spendendo poco è possibile: ecco alcune idee pratiche e intelligenti per risparmiare sui lavori.

In questa guida parleremo di alcune idee per ristrutturare casa spendendo poco, e scegliendo dunque degli interventi che ci permettano di modernizzare i nostri ambienti ma senza una spesa eccessiva.

Come vedremo a breve, rinnovare gli ambienti con una spesa ridotta, senza rinunciare alla qualità e con un occhio all’estetica è possibile, sia con il fai da te che rivolgendoci a dei professionisti.

La ristrutturazione della casa può riguardare esterni, interni, porte, finestre e tanti altri aspetti, che vanno stabiliti in base alle nostre esigenze e al budget che abbiamo a disposizione. 

Bisogna premettere, a tal proposito, che se abbiamo un budget ridotto di certo dovremo limitarci ad interventi poco invasivi, puntando magari a migliorare l’estetica e l’impatto visivo della nostra abitazione, ma soprattutto dovremo in alcuni casi rinunciare all’intervento di un’azienda di professionisti, optando per il fai da te.

Grazie al fai da te, infatti, è possibile risparmiare davvero tanti soldi. 

Serviranno soltanto un po’ di manualità, inventiva e gli strumenti giusti. Per gli interventi più complessi, come la demolizione dei pavimenti, il restauro, modifiche a impianti elettrici e idrici e altri lavori tecnici sarà meglio affidarsi a dei professionisti.

Ora che abbiamo fatto le doverose premesse, vediamo quali sono alcuni interventi low cost per ristrutturare casa.

🔸🔸🔸

Come ristrutturare casa spendendo poco

Sono tantissimi i lavori che si possono fare in casa, e variano a seconda delle diverse esigenze. Ecco una serie di idee che potete valutare per la ristrutturazione della vostra abitazione senza spendere troppi soldi. 

 

  • Tinteggiature: se l’intonaco è in buone condizioni sarà possibile tinteggiare le pareti di casa da soli. Questo renderà gli ambienti più luminosi, personalizzati e darà nuova vita alla casa. Sicuramente il bianco è uno dei colori migliori su cui puntare: è nutro, luminoso e non ci sono problemi di stile o abbinamento con mobili o altri elementi della casa. 
  • Pavimenti: anche in questo caso è possibile optare per degli interventi di manutenzione economica. La prima cosa da fare è partire dal materiale del pavimento: marmo, palladiana, pavimenti in legno, ceramica, ognuno di questi deve essere trattato in maniera diversa. Ad esempio marmo e palladiana col tempo perdono lucentezza, dunque possono essere lucidati per rimuovere quella sensazione di opacità. Con la levigatura, invece, si dirà addio a graffi o altri danni che hanno rovinato l’estetica dei pavimenti. Per quanto riguarda il parquet, si potrà levigare il pavimento per farlo sembrare nuovo, anche se in questo caso è consigliabile delegare l’attività a un professionista, dal momento che si tratta di un lavoro molto delicato. Se invece il pavimento è ceramico, anche in questo caso potremo optare per pulizia e lucidatura (nel caso il materiale sia ancora in buone condizioni). Per restare in budget limitati è sconsigliabile invece la demolizione pavimento, un intervento molto invasivo e costoso. Tuttavia è possibile utilizzare pavimenti posati in sovrapposizione, magari in pvc o laminato. Anche in questo caso converrà rivolgersi a un’azienda di professionisti.
  • Restaurare le porte: se le vostre porte interne sono vecchie oppure volete dare loro un tocco di modernità, potete tinteggiarle o restaurarle con dei prodotti adatti a questo lavoro. Basterà comprare la tinteggiatura giusta e servirsi di prodotti di qualità.
  • Utilizzare il cartongesso: un materiale molto interessante che si può utilizzare per ristrutturare casa a basso costo è il cartongesso. Questo ci permette di dare vita a pareti, mensole e tanto altro ancora. In questo caso servirà un po’ più di manualità rispetto ad altre operazioni che abbiamo visto in precedenza. Un buon punto di partenza può essere guardare dei video o dei tutorial, così da acquisire una buona preparazione in materia, oppure rivolgersi a un professionista.

 

Oltre a quelle appena viste ci sono tantissime altre idee che potete valutare, come sistemare la mansarda, ampliando così lo spazio di casa vostra e sfruttando un ambiente inutilizzato, oppure creare un open space che dia più ariosità e luminosità a casa vostra (un’idea molto utile per case più piccole).

🔸🔸🔸

Quanto costa la ristrutturazione della casa

Come abbiamo visto quando si decide di ristrutturare casa ogni situazione a sé, e dunque è impossibile stabilire un prezzo senza considerare una situazione specifica. Se scegliete di affidarvi al fai da te, dovrete considerare il costo dei materiali da acquistare e risparmierete sulla manodopera. Tuttavia, un buon consiglio è quello di farsi fare un preventivo da un’azienda di esperti del settore, così da poter prima valutare tutte le variabili. 

In questo caso spenderete un po’ di più, ma risparmierete senz’altro sulle tempistiche, senza contare il fatto che eviterete di imbattervi in problematiche o altri imprevisti che potrebbero verificarsi nel caso siate voi a condurre i lavori in prima persona. Insomma, richiedendo l’aiuto di un team di professionisti, sebbene il budget aumenterà leggermente, avrete la certezza di una qualità migliore.

🔸🔸🔸