SMART WORKING – Come rendere la tua casa un posto migliore per lavorare

, ,
Quindi eccoci con la nostra rubrica #spazidibenessere, una rubrica che vuole rendere la vostra casa un posto migliore, un posto amico per curare i propri hobby, per aumentare la propria produttività lavorativa e per viversi al meglio la convivenza in famiglia.

A voi alcuni consigli su come essere più produttivi anche in questa condizione di “lavoro agile”.

🔸🔸🔸

1- Scegli il tuo angolino adatto

Smart Working 1

Desk Boreau – Horm

È importante avere uno spazio dedicato al tuo lavoro in cui puoi stare in piena tranquillità. Un posto dove lasciare il materiale lavorativo in ordine (o in disordine! Questo dipende da voi), senza dover sparecchiare ogni volta. Se non avete altra scelta che il tavolo da cucina, vi consigliamo di non sedervi nello stesso posto in cui di solito consumate il pasto.
È molto importante infatti, mantenere una separazione netta tra i momenti in cui si mangia e quelli in cui ci si dedica alla propria attività.
Inoltre, attenzione alla qualità del tempo dedicato al lavoro. Per esempio, vi sconsigliamo di fare colazione in pigiama davanti al pc!
🔸🔸🔸

2- Scegli possibilmente uno spazio con una fonte di luce esterna

Kitchen Phoenix, design R&D Poliform

Kitchen Phoenix – Poliform

Se ne hai la possibilità trova un posto vicino ad una finestra, prestando attenzione ai sistemi di schermatura e oscuramento che limitino i fenomeni di riflessione e abbagliamento.
Ti consigliamo un’illuminazione di tipo naturale per illuminare il tuo piano lavoro. È stato dimostrato che una luce neutra, compresa tra 3.000K e 4.000K garantisce un diffuso benessere fisico e psicologico, aumenta la concentrazione e rende l’ambiente più intimo e familiare. La luce neutra, ti aiuta ad aumentare la tua capacità di riflessione ed è molto più rilassante.
🔸🔸🔸

3- Separa gli spazi dedicati a te e ai bambini

Cameretta - LAGO

Cameretta – LAGO

In un momento in cui siamo costretti a restare a casa a lungo ed il nostro spazio di scelta su dove lavorare è limitato, cerchiamo il più possibile di educare i nostri figli al rispetto della convivenza.
Prova a demarcare dei confini in cui loro possano sentirsi autonomi e “padroni” del proprio spazio entro un limite di tempo. Provare a raccontare loro l’importanza del proprio lavoro, in particolare durante le telefonate dove la comunicazione avviene solo attraverso il suono ed è quindi limitata.
Oltre ai messaggi verbali, poi ci sono soluzioni più concrete come cuffie wireless se i figli guardano la tv; “reinventare” spazi di casa adibiti alle telefonate (in modo che tutti sappiano che è un momento di silenzio importantissimo da rispettare, un po’ come avviene in radio con l’ON AIR illuminato); utilizzare app online come Noisly, utili per isolarti un po’ e continuare a mantenere il focus sui pezzi di lavoro eccetera.
Se hai altri consigli su come riorganizzare gli spazi di casa per rimanere concentrati sul proprio lavoro, scriviceli qui nei commenti!

Smart Working 4png

Agevolazioni casa 2017: dalla ristrutturazione all’arredamento, il risparmio passa anche dall’efficienza energetica

, , ,

Anche nel 2017 sarà possibile usufruire di un bonus fiscale per ristrutturare casa o renderla più efficiente dal punto di vista energetico.  L’ultima legge di stabilità 2017 prevede infatti l’opportunità di agevolazioni per la casa, sotto forma di sconto fiscale, per lavori di ristrutturazione edilizia o per le opere di riqualificazione energetica in grado di accedere al cosiddetto Ecobonus. Nuove opportunità anche per chi pensa di rinnovare l’arredamento o i grandi elettrodomestici di casa.

RISTRUTTURAZIONE CASA

Per le ristrutturazioni edilizie, le agevolazioni casa 2017 prevedono di portare in detrazione Irpef al 19% un importo di spesa massimo di 96 mila euro fino al 31 dicembre 2017.
Le spese interessate dall’agevolazione fiscale sono quelle riguardanti lavori di manutenzione straordinaria, restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia della singola unità abitativa.

RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA DELL’ABITAZIONE

Per gli interventi di riqualificazione energetica, l’opportunità è quella dei nuovi Ecobonus, inseriti nella Legge di Bilancio 2017. Per le singole case, l’opportunità è quella di portare in detrazione il 65% della spesa per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici, con gli Ecobonus prorogati a fine 2017 e per altri 5 anni. Per i condomini sono invece previste detrazioni del 70/75% per gli interventi sulle parti comuni, con durata degli Ecobonus estesa fino al 2021.

ACQUISTO MOBILI ED ELETTRODOMESTICI

Le agevolazioni casa 2017 includono inoltre un ultimo anno in cui si potrà usufruire della detrazione per l’acquisto di mobili e elettrodomestici, per un importo massimo di 10 mila euro. È tuttavia necessario che l’acquisto di arredi o apparecchiature casalinghe rientri in un progetto di ristrutturazione edilizia con data iniziale a decorrere dal 1 gennaio 2016.

La detrazione prevista è del 50% dell’importo Irpef relativo all’acquisto di mobili ed elettrodomestici in concomitanza con interventi che rientrino nelle agevolazioni per ristrutturazioni, acquisto di arredi e mobili ad incasso; acquisto di elettrodomestici di classe energetica A+ o superiore (A per i forni) e apparecchiature con etichetta energetica.

Prospetto riepilogativo delle agevolazioni fiscali sul sito di Confedilizia

Bonus mobili: come funziona?

, , ,

La spesa per l’arredamento è detraibile al 50% fino a 10mila euro, anche se risulta superiore alla spesa di ristrutturazione. Dai un’occhiata al vademecum al bonus mobili.