5 idee per organizzare al meglio la zona giorno della vostra casa

18 Settembre, 2021

La zona giorno, conosciuta anche come zona living, comprende tutte quelle stanze dove si svolgono tutte le attività giornaliere come cucinare, leggere, intrattenere gli ospiti e lavorare o studiare, al contrario della zona notte dove ci si rilassa durante le ore serali.

Per questo motivo è fondamentale disporre di una zona giorno che si presti perfettamente a questo tipo di funzioni in qualsiasi abitazione.

Molto spesso, infatti, è facile cadere in errori apparentemente banali che possono minare non solo l’estetica ma anche il comfort del soggiorno, della sala da pranzo o della cucina (soprattutto quando questi si trovano uniti come open space) con ricadute negative sul benessere abitativo generale.

Fortunatamente non è difficile creare un ambiente di stile, anche negli spazi più ridotti: basta qualche accorgimento e la dritta giusta per capire il ruolo dei mobili, colori e tappeti. In questo articolo vedremo 5 maniere infallibili per organizzare una zona living dove ritrovare un po’ di relax e ricevere i nostri ospiti.

🔸🔸🔸

Parola d’ordine: praticità

Quando qualcuno si sposta dentro la propria abitazione (o quella di un altro) non vorrebbe mai sbattere contro un mobile o dover fare difficili manovre anche solo per sedersi sul divano.

Per questo motivo è necessario organizzare la zona living partendo dall’entrata, dove posizioneremo un armadio per cappotti, giacche e scarpe per non creare difficoltà a chi entra dalla porta di casa.

Salotto, sala da pranzo e cucina dovranno seguire questo criterio che si basa tutto sulla giusta misura: mai strafare con mobili e soprammobili, ma utilizzare quando possibile solo lo stretto necessario lasciando che siano divani, poltrone e librerie a esprimere il nostro stile piuttosto che riempire l’ambiente di oggetti.

🔸🔸🔸

Decorare le pareti della zona living

Una buona zona giorno parte proprio dal colore giusto. Di solito si opta per il bianco, che è molto facile da abbinare e generalmente garantisce una buona luminosità di base a ogni ambiente: attenzione, però, in quanto potrebbe dare una sensazione di “asettico” quando non bilanciato da mobili o accessori dai colori più caldi.

Il nostro suggerimento è quello di scegliere un colore differente almeno per una parete in modo da ravvivare l’ambiente esprimendo il proprio stile: in presenza di adeguati punti luce (come ampie vetrate) si può anche osare con colori contemporanei come nero carbone, blu pavone o grigio antracite.

🔸🔸🔸

Un luogo per la conversazione

Al di là della sua conformazione (divisa o unita) la zona living è prima di tutto un luogo dove accogliere gli ospiti e chiacchierare con conoscenti, parenti o amici.

Generalmente il punto focale è proprio l’angolo conversazione che negli ultimi decenni ha visto l’aggiunta della televisione.

Divani, poltrone e altre sedute dovranno quindi essere orientate verso di essa o, in sua assenza, verso il mobile principale dove si andranno a sistemare eventuali ospiti (magari intorno a un tavolino per bevande o spuntini).

L’importante è non disperdere mai un elemento lontano dall’altro per non creare disagio e costringere chi accogliamo in casa ad alzarsi continuamente o ancora peggio a dover utilizzare un tono di voce più alto.

🔸🔸🔸

Come utilizzare correttamente i tappeti

C’è chi non li apprezza e chi non ne può fare a meno: l’importante è capire che i tappeti devono essere abbinati nella maniera corretta ai mobili che andranno a sostenere partendo prima di tutto dalla misura.

Per divani, poltrone e tavolini è necessario utilizzare un modello che sia di superficie maggiore rispetto a ogni elemento, in modo che le gambe di questo non rischiano di trovarsi a metà fra tessuto e pavimento: una soluzione instabile e affatto gratificante dal punto di vista estetico.

Attenzione anche agli elementi posizionati lungo la traiettoria di spostamento tra un ambiente e l’altro: anche quelli più sottili presentano insidiosi angoli o bordi che potrebbero sollevarsi urtandoli con il piede, rischiando di far inciampare noi o i nostri ospiti.

🔸🔸🔸

L’illuminazione adeguata

Tutti gli sforzi compiuti per arredare la zona living potrebbero rivelarsi vani quando non si dispone di una buona illuminazione.

Questa può dipendere dalla conformazione e dalla posizione dei punti luci, ma viene determinata anche dalle lampade presenti all’interno degli ambienti.

Di solito è buona regola disporre di una luce centrale che possa illuminare da sola l’ambiente o le singole stanze: per esempio un lampadario a sospensione che si accordi, ovviamente, con lo stile dell’abitazione.
Ci si può anche focalizzare area per area con soluzioni più contenute, come le lampade a pavimento vicino al divano (ottime per chi desidera una buona visibilità per leggere senza illuminare tutto) oppu
re faretti e appliques nelle zone di passaggio.
Attenzione: quest’ultima tipologia di elementi non va mai utilizzata come unica fonte di luce, in quanto non fornisce la visibilità adeguata per svolgere attività come lettura, preparazione dei cibi, studio o lavoro.

 

Articoli Correlati

 

Scopri tutti gli Articoli
View all

Specialisti dell’Home-Lifting®

Creiamo un progetto intorno ai tuoi desideri, alle tue esigenze e al tuo budget e lo realizziamo con cura, dal primo incontro all’ultimo dettaglio, con il nostro servizio “chiavi in mano”.

Scopri Home Lifting

Format Home può progettare la tua nuova casa o la tua azienda, ristrutturare i tuoi spazi con un servizio:
All Inclusive chiavi in mano. 

 

Go to Top