10 consigli per un trasloco perfetto

Come organizzare un trasloco

Fare un trasloco senza stress può essere più semplice di quanto si immagina: con un po’ di organizzazione e qualche buona pratica il trasloco sarà facile e poco faticoso. Ecco 10 consigli per effettuare un trasloco perfetto. 

🔸🔸🔸

Come organizzare un trasloco perfetto 

 

Il trasloco può spesso rilevarsi un momento particolarmente stressante e faticoso, ma con qualche piccolo accorgimento e un po’ di organizzazione sarà possibile effettuare un trasloco perfetto senza troppi problemi. Vediamo quindi 10 consigli per effettuare un trasloco perfetto e senza stress come organizzarsi durante le diverse fasi del trasloco.

🔸🔸🔸

Cosa Fare prima di un trasloco

 

  • Fare una lista delle cose da fare: per un trasloco senza stress la parola chiave è organizzazione! La prima cosa da fare è dunque quella di stendere una lista delle cose che si devono svolgere, così da avere sempre un quadro chiaro della situazione. 

 

  • Informarsi su tempistiche e burocrazia: altrettanto importante è informarsi circa le tempistiche burocratiche in merito al trasloco delle utenze, il cambio della linea internet e la disdetta della casa. Se viviamo in una zona ZTL è bene anche informarsi presso il Comune in merito al transito e alla sosta del furgone per il trasloco

 

  • Verificare che la casa sia raggiunta dalla connessione internet: potrebbe succedere che la linea internet in proprio possesso, non sia utilizzabile nella nuova casa. Per questo, prima del trasloco, è necessario verificare la copertura internet e capire se è necessario un cambio operatore e la scelta di una nuova promozione internet, adatta e conveniente.  

 

  • Effettuare il cambio delle utenze: per non rischiare di ritrovarsi nella casa nuova senza le utenze allacciate è bene effettuare il cambio almeno un mese prima della data prevista per il trasloco. Capire se è necessario fare la voltura, il subentro o la pratica di allaccio ed eventualmente decidere se cambiare il fornitore, scegliendo tra i diversi fornitori del mercato libero o del servizio di maggior tutela. 
  • Procurarsi scatoloni e carta da imballo: è bene avere a disposizioni scatole di diverse misure, ma che siano tutte di facile trasporto. Per avvolgere gli oggetti più fragili è bene procurarsi carta da imballo, pluriball oppure anche semplici fogli da giornale. 

 

  • Fare decluttering: il cambio casa rappresenta un’ottima opportunità per liberarsi del superfluo: oggetti che non servono o vestiti che non mettiamo più. Scegliere cosa eliminare prima di un trasloco permette non solo di ridurre il numero delle scatole (facilitando il trasporto) ma anche di liberare gli spazi della nuova casa.

🔸🔸🔸

Cosa fare durante il trasloco

 

  • Fare gli scatoloni: è consigliabile iniziare dagli oggetti meno importanti (come libri o vestiti fuori stagione), segnando su ogni scatola cosa contiene con un pennarello indelebile. In questo modo sapremo già dove posizionare le scatole nella nuova casa. 

 

  • Smontare e imballare mobili: una volta che ci saremo occupati degli oggetti più fragili, potremo procedere con l‘imballo dei mobili, dopo averli svuotati degli oggetti che contenevano e averli puliti per evitare l’accumulo di polvere. Un trucco è quello di fotografare i mobili, sia prima di smontarli che durante le fasi successive, per semplificare il momento successivo del riassemblaggio. 

 

  • Preparare uno zaino con elementi essenziali: un ottimo consiglio è quello di preparare uno zaino contenente un piccolo kit  (cambio vestiti, oggetti per l’igiene personale, biancheria da letto) da portare nella nuova casa per averlo subito a portata di mano.

 

  • Sbrinare il frigo e il freezer: prima di lasciare la casa è bene effettuare una pulizia approfondita di tutti gli ambienti e fare attenzione a sbrinare sia il freezer che il frigorifero.

🔸🔸🔸

Cosa fare il giorno del trasloco

 

  • Effettuare gli ultimi controlli: arrivati al giorno del trasloco, è bene dare un ultimo check alla casa per assicurarsi di non aver dimenticato nulla, effettuare la lettura dei contatori, disattivare le utenze e riconsegnare le chiavi di casa. 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *